Alcune osservazioni & Suggerimenti
piazza gramsci.jpg (35048 byte)
Il sottosuolo dei centri urbani è ricco di tubature, fognature, cavi elettrici e telefonici che impediscono fisicamente l'applicazione delle buone norme di predisposizione alla piantagione: drenaggi, irrigazione, apporto di grandi quantitativi di terreno vegetale, risultano operazioni molto difficili da mettere in pratica. Alcuni testi consigliano la piantagione in aiuole con superficie traspirante di almeno 4,5 metri quadri, ma praticamente è assai difficile poter disporre di simile spazio. 

La tecnologia ci può aiutare:
• utilizzando il Sistema Airplant Twister
® per semplificare le operazioni di scavo, arieggiatura e riattivazione del suolo con un'unica operazione;

• impiegando prodotti chimico/organici per attivare la flora batterica in un terreno compattato da anni;

• posando anelli arieggianti, con bocchette esterne, da porre in prossimità dell'apparato radicale, utili anche per facilitare l'irrigazione manuale (dove è impossibile usare i sistemi a goccia o a trasudazione), l'ossigenazione del terreno, la concimazione; inoltre questo semplice sistema, che consente di apportare localmente acqua, sostanze nutritive ed aria, eviterà una eccessiva migrazione dell'apparato radicale;

• piantando giovani alberi coltivati con il Sistema Airplant
®: queste piante, grazie alla forma stretta e lunga del vaso di coltivazione ed al forte apparato radicale di cui dispongono, non richiedono smantellamento di strade o marciapiedi, sono maneggevoli non necessitano di grandi ancoraggi e soprattutto crescono velocemente.

© 2001 by PIANTE MATI PISTOIA® & PMS® (Pistoia - ITALY)